Cambiare disco al proprio Mac

Ho da poco completato la sostituzione di un disco su un vecchio MacBook Bianco, versione 2.1, e mi è venuto in mente che tutto sommato potrebbe essere utile spendere due parole su come ho fatto.

Prima un piccolo accorgimento
I veterani Apple sanno già che, prima di ogni altra cosa, è bene servirsi del buon vecchio TimeMachine per assicurarsi un backup recente del disco che stiamo per sostituire… D’altra parte i “veterani” non credo si soffermeranno tanto su questo post, quindi è bene parlare chiaro: TimeMachine è un ottimo sistema di Backup di Apple che permette la copia integrale (funzionante) del proprio sistema operativo così come lo vediamo usando il nostro Mac o MacBook che sia.

Se avete bisogno di maggiori informazioni, le trovate qui.

Ed ora i pezzi di ferro…
La prima parte del lavoro vero è la sostituzione fisica del disco.
Confesso di essere sufficientemente pigro da non aver ripreso l’intera procedura, ma non temete: su YouTube fioccano esempi di come smontare e rimontare ogni componente del proprio Mac…
Potete ricorrere a canali come questo per istruirvi: BuyDifferent.it.

…adesso con TimeMackine ed i dischi di OSX siete a posto!
Se avete ancora tutti i dischi di installazione di OSX ed una copia recente del vostro sistema su TimeMachine, il gioco è davvero facile! Basta seguire questi passi:

  1. Accendere il Mac ed inserire il disco di OSX nel DVD
  2. Spegnere e riaccendere il Mac tenendo premuto il tasto “C” (proprio la lettera C) finché il Mac non vi proporrà di avviare il sistema da DVD
  3. Nonappena avviato il DVD, tra le proposte disponibili dovreste trovare il ripristino da un Backup di TimeMachine
  4. Collegate il disco esterno che utilizzate per TimeMachine ed il gioco è fatto! In poco tempo avrete il vecchio sistema sul nuovo disco!

…se invece non avete TimeMachine
Fino ad ora per me e per voi il lavoro è stato facile… Ci siamo limitati a linkare qualche tutorial (io) ed a ravanare sul proprio Mac (voi).
Ma adesso?
Ok, abbiamo un disco fikissimo, magari a stato solido (SSD), o semplicemente più grande dell’altro… Ed ora?
Bene, nente panico.
Munitevi di un case esterno per HD (ne trovate in commercio a dozzine) come questo e montateci il vostro vecchio disco, quello che avete tolto dal Mac, per intenderci; collegatelo al vostro Mac tramite USB (o FireWire se il disco lo prevede) e poi accendete il Mac tenendo premuto il tasto “option” (che in alcuni Mac si chiama “alt”) che si trova a sinistra e a destra della barra spaziatrice affianco ai tasti “command” (o mela ).
Mantenendo premuto “option”, dopo il classico suono di avvio del Mac, dovreste veder comparire la vostra risorsa USB o FireWire e potrete avviare proprio da lì il vostro vecchio sistema. Non vi resterà che seguire la procedura di ripristino sul nuovo disco usando l’ “Assistente Migrazione” che trovate nella cartella Applicazioni\Utility.